una tua parola non mi abbia fatto sentire di essere di troppo

< Previous | Next >

zipp404

Senior Member
Bilingual English & Spanish
Sentirsi di troppo significa sentirsi una presenza non gradita. Tuttavia non arrivo a capire la funzione della seconda negazione della frase sottostante, cioè «non mi abbia fatto sentire di essere di troppo». Si tratta di un «no» pleonastico?

Voi come parafrasereste la frase?

Contesto

Un padre e suo figlio litigano. A un certo punto della discussione il figlio dice:

«È un vero peccato che non ci sia stato un solo giorno in cui una tua parola non mi abbia fatto sentire di essere di troppo.»
 
Last edited:
  • Starless74

    Senior Member
    Italiano
    Voi come parafrasereste la frase?
    Non è mai accaduto che una tua parola non mi abbia fatto sentire di essere troppo. = È accaduto sempre che una tua parola mi abbia fatto sentire di essere di troppo.
    Si tratta di un «non» pleonastico?
    Per me non è pleonastico: in questo caso, se proprio si vuole costruire la frase al negativo, la doppia negazione è necessaria.
     
    Last edited:

    Necsus

    Senior Member
    Italian (Italy)
    Ciao, zipp. Sì, è la tipica doppia negazione che afferma:
    «È un vero peccato che non ci sia stato un solo giorno in cui una tua parola non mi abbia fatto sentire di essere di troppo» =
    «È un vero peccato che ogni giorno una tua parola mi abbia fatto sentire di essere di troppo»
     

    ohbice

    Senior Member
    «È un vero peccato che non ci sia stato un solo giorno in cui una tua parola non mi abbia fatto sentire di essere di troppo.»
    Puoi provare anche a togliere il secondo non: "È un vero peccato che non ci sia stato un solo giorno in cui una tua parola mi abbia fatto sentire di troppo". A questo punto puoi vedere che, se non c'è stato un solo giorno in cui mi hai fatto sentire di troppo, questo non è un peccato ma una fortuna ;-)
     
    < Previous | Next >
    Top