ingitade

< Previous | Next >

Mister Draken

Senior Member
Castellano (Argentina)
Ciao a tutti

Sto leggendo un libro (Tiziana Plebani, Le scritture delle donne in Europa) e vi appare una parola che non riesco a trovare nei dizionari.

"La veneziana Dionora Contarini che impugnava la penna nel 1411 per far trasparire, attraverso il linguaggio della trasmissione di beni e denari,
l’amore per il figlio Andrea e per il nipote, e la trepidazione per la figlia Franceschina, ribadiva nel suo lungo e corposo testamento autografo la
decisione di disporre perché nulla più di alcune cose di poco conto venisse consegnato a Perazo, suo marito, a cui lasciava ironicamente le vessazioni da lui subite: «laso al dito mio marydo tuti i reprozi e le ingitade e le menichonie che me deva tuto el dì, e recodasele ben»".



La citazione proviene dal testamento di Dianora Corsi ed è conservato a Venezia, Archivio di Stato, Notarile, Testamenti, busta 670, cedola n. 28, pubblicato da Antonella Sattin, Ricerche sul veneziano del sec. xv (con edizione di testi), in “L’Italia dialettale”, n.s., xlix, xxvi, 1986, pp. 36-39.

Grazie
 
  • jazyk

    Senior Member
    Brazílie, portugalština
    Ho trovato questo vocabolario sardo, dove compare qualcosa di simile: Ditzionàriu in Línia

    So che il brano sopra non è scritto in sardo, ma mi dà l'impressione che sia una parola imparentata a indicare, che in questo caso vorrebbe dire qualcosa come rimprovero.
     

    symposium

    Senior Member
    Italian - Italy
    Ciao. I "reprozi" sono chiaramente i "rimproveri", le "menichonie" le "malinconie, dispiaceri". "Ingitade" immagino derivi da "ingitare", variante di "incitare". "Incitare" non ha, e per quanto ne so non ha mai avuto un significato negativo, e non saprei dire esattamente che senso che gli dava Dianora: una possibilità però la trovo nel dizionario di Tommaseo (dalmatino, ma educato a Venezia), scritto molti secoli più tardi, che da "irritare" come sinonimo di "incitare". Forse (è un'ipotesi) Dianora vuole lasciare a suo marito "i rimproveri, le molestie e i dispiaceri" che lui le aveva sempre procurato.
     

    Mister Draken

    Senior Member
    Castellano (Argentina)
    Puo essere una forma antica o dialettale del verbo «inghiottire» o il suo rispettivo sostantivo? Senza l'acca, certo. Cioè, tutto quello che la sposa aveva dovuto inghiottire da parte del marito. È soltanto una ipotesi, forse molto sbagliata.
     
    < Previous | Next >
    Top