governatrice

< Previous | Next >

Mister Draken

Senior Member
Castellano (Argentina)
Tiziana Plebani, Le scritture delle donne in Europa


È il secolo della “Storia”, quella con la “S” maiuscola. Storia che sovrastava il presente con una lunga ombra e lo faceva apparire nel segno della discontinuità
dal passato e dell’incertezza del divenire. Alla sua ribalta si affacciavano e conquistavano spazio le moltitudini, se non ancora le masse,
fossero quelle che si spostavano sullo scacchiere delle guerre napoleoniche, quelle che si agitavano nelle piazze e nelle strade durante le turbolenze
che ciclicamente avrebbero travagliato tutta l’Europa, oppure quelle che venivano ingoiate ogni giorno dalle fabbriche o che componevano l’universo
di poveri, bambini di strada e prostitute, protagonisti dei romanzi di Dickens. E di storia si nutrivano anche le scritture delle donne, la cui
penna andava a intingersi nell’inchiostro delle questioni sociali e delle primavere dei popoli. Perché anche i popoli ora facevano la loro comparsa e
le donne, oltre a farne parte, erano chiamate sempre più ad assumerne il ruolo di tutrici, di educatrici, di affettuose
governatrici.

Cosa facevano le governatrici per voi in quella epoca?

Non credo che fosse 6. BU istitutore, precettore di un principe. (Di Mauro). Cioè, istitutrice, precettoresa di un principe.

Non credo che la autirce stia parlando della il’istruzione e l’educazione dei ragazzi nelle famiglie signorili.

Forse è persona che, in passato, si occupava di seguire gli studenti di un collegio dopo le lezioni e nei momenti di svago?
 
  • Starless74

    Senior Member
    Italiano
    Non credo che si riferisca a una figura specifica, quanto piuttosto alla generica acquisizione di un ruolo più rilevante all'interno del ceto popolare. Se non proprio a un ruolo di "potere" (doveva ancora passare del tempo), ad una maggiore autorevolezza e influenza.
    Attendi altre risposte.
     

    Mary49

    Senior Member
    Italian
    È il secolo della “Storia”, quella con la “S” maiuscola.

    Non credo che fosse 6. BU istitutore, precettore di un principe. (Di Mauro). Cioè, istitutrice, precettoresa precettrice di un principe.

    Non credo che la autirce l'autrice stia parlando della il’istruzione dell'istruzione e l’educazione dei ragazzi nelle famiglie signorili.

    Forse è persona che, in passato, si occupava di seguire gli studenti di un collegio dopo le lezioni e nei momenti di svago?
    Di che secolo si parla?
     
    < Previous | Next >
    Top