Gli si è rotta la gamba vs si è rotta la gamba

< Previous | Next >

Javiman27

New Member
Spanish
Salve! So che la frase “ gli si è rotta la gamba” è corretta , ma la variante “ a lui si è rotta la gamba “ è ammissibile ? Faccio la domanda perché ho visto anche la variante “ a lui gli si è rotta la gamba” ma mi sembra ridondante e preferirei evitarla. Dunque , per evitare la ridondanza , “a lui si è rotta la gamba “ sarebbe corretta ?
 
  • Starless74

    Senior Member
    Italiano
    Ciao,
    se stiamo parlando di un danno agli arti inferiori di una persona, io personalmente direi: X si è rotto la gamba / una gamba.
    Le due costruzioni che porti ad esempio le vedo più adatte a contesti tecnici, ad esempio: a lui / gli si è rotta la gamba del tavolo.
    Ciò detto, per risponderti nel merito direi che le varianti sono entrambe corrette.
     
    Last edited:

    Javiman27

    New Member
    Spanish
    Ciao,
    se stiamo parlando di un danno agli arti inferiori di una persona, io personalmente direi: X si è rotto la gamba / una gamba.
    Le due costruzioni che porti ad esempio le vedo più adatte a contesti tecnici, ad esempio: a lui / gli si è rotta la gamba del tavolo.
    Ciò detto, per risponderti nel merito direi che le varianti sono entrambe corrette.
    Grazie per la rapida risposta. Io mi riferivo alle gambe di un essere umano , ma quello che dici del tavolo mi sembra appropriato. Comunque , a rischio di essere ripetitivo e noioso , la frase “ a lui si è rotta la gamba “ ( senza il “gli “ e riferendomi alle membra inferiori ) è corretta ?
     

    lorenzos

    Senior Member
    italiano
    Scusa @Javiman27 ma dove hai letto gli si è rotta la gamba? Potresti offrire un contesto, perché io faccio fatica ad immaginarlo. (di solito si dice si è rotto una gamba).
    Lo stesso per a lui si è rotta la gamba: "Andrea è stato investito mentre attraversava la strada con la fidanzata, lei non si è fatta niente ma lui si è rotto una gamba".
     

    ohbice

    Senior Member
    @ Javiman: Starless ti ha già risposto (le varianti gli / a lui sono entrambe corrrette).
    Io personalmente penso che A lui si è rotta la gamba sia semplicemente una frase da libro di grammatica: è certamente corretta, ma nessuno la userebbe mai.

    ps: post incrociato
     

    Fooler

    Senior Member
    Italian (Italy)
    Concordo in pieno quanto scritto dagli altri. Forse in un contesto tipo E cosa vi siete fatti cadendo dalla bicicletta? A lui si è rotta una gamba a me (si è rotto) un polso, è possibile questa variante
     

    Pietruzzo

    Senior Member
    Italian
    A parte l'esempio infelice mi sembra di capire che il quesito riguardi l'uso di "gli/ a lui/ a lui gli." Riassumendo direi che queste forme sono tutte corrette ma non intercambiabili. In particolare "a lui" si usa per mettere in evidenza la persona di cui si sta parlando, mentre "a lui gli" è un'espressione più informale ed espressiva.
    Es.
    Donald è caduto e gli si è rotta la pistola ("a lui" sarebbe sbagliato)
    Io e Donald non possiamo entrare nel bar: io non ho soldi e a lui (gli) si è rotta la mascherina (solo "gli" sarebbe sbagliato).
     
    Last edited:

    Javiman27

    New Member
    Spanish
    A parte l'esempio infelice mi sembra di capire che il quesito riguardi l'uso di "gli/ a lui/ a lui gli." Riassumendo direi che queste forme sono tutte corrette ma non intercambiabili. In particolare "a lui" si usa per mettere in evidenza la persona di cui si sta parlando, mentre "a lui gli" è un'espressione più informale ed espressiva.
    Es.
    Donald è caduto e gli si è rotta la pistola ("a lui" sarebbe sbagliato)
    Io e Donald non possiamo entrare nel bar: io non ho soldi e a lui (gli) si è rotta la mascherina (solo "gli" sarebbe sbagliato).
    Hai capito bene , questo era il nocciolo della domanda , l’uso del “gli/ a lui / a lui gli “. A volte mi vengono dei dubbi perché sono di madrelingua spagnola , e a volte la nostra grammatica è un po’ diversa di quella italiana. Per noi , ad esempio , costruzioni come “ a me mi piace “ sarebbero assolutamente giuste , infatti dire “ a me piace “ come dite voi sarebbe un errore, il “mi” è assolutamente necessario. Quando due lingue sono così simili a volte è più difficile non confondersi , questo problema non l’ho avuto mai con l’inglese ! Ma ho già capito tutto. Grazie a tutti.
     
    Last edited:

    Mary49

    Senior Member
    Italian
    Anche per noi "a me mi piace" è una costruzione giusta. La regola secondo la quale tale costruzione sarebbe sbagliata è una regola fantasma.
    Precisiamo: A ME MI, A TE TI in "La grammatica italiana"
    "USI
    Nel linguaggio parlato informale, un costrutto come a me mi è certamente consentito. Ma nel parlato formale (un colloquio di lavoro o una prova di esame orale, un dialogo con un superiore – docente, capoufficio ecc.) e ancor più nello scritto è decisamente da evitare, perché darebbe la sensazione che chi parla o scrive non sia capace di adeguare il proprio registro linguistico alla situazione in cui si trova".
     

    zipp404

    Senior Member
    Bilingual English & Spanish
    Anche per noi "a me mi piace" è una costruzione giusta. La regola secondo la quale tale costruzione sarebbe sbagliata è una regola fantasma.
    Scusate se vado fuori tema, ma che significa l'espressione di marco.cur «una regola fantasma»?
     

    ohbice

    Senior Member
    Una regola che è stata insegnata a lungo a scuola ma che in effetti non esiste.
    Un conto è dire "a me mi è pesante e ridondante e, come aggiunge Mary, non appropriato per certi contesti", un conto è dire che "a me mi è sbagliato". Non è sbagliato.
     
    < Previous | Next >
    Top